Celebrato il Giorno del Ricordo a Civitavecchia

Celebrato a Civitavecchia il "Giorno del Ricordo" per non dimenticare gli oltre cinquemila italiani massacrati dagli jugoslavi  di Tito  in Istria, Dalmazia e Venezia Giulia tra il 1943 e il 1945: una "pulizia" politica ed etnica in piena regola, mascherata come azione di guerra o vendetta contro i fascisti. E per non dimenticare gli oltre 350 mila profughi istriani, giuliani e dalmati costretti  all'esodo, a lasciare case e ogni bene per mettersi in salvo dalle violenze, fuggendo con ogni mezzo in Italia dove – non va dimenticato -  furono persino malamente accolti da frange della nostra comunità nazionale.   In gran parte finirono nei campi profughi e ci rimasero per anni. Per mezzo secolo  sulle stragi delle foibe e sull'esodo dei giuliani si è steso un pesante e colpevole silenzio squarciato solo in anni recenti (dal 2004).  La memoria di quei fatti va invece ricordata, fatta conoscere per non dimenticare e difesa come proprio quanto  è accaduto di negativo  in questo giorno del 2018 in Italia sta a dimostrare.  E’ ciò che è stato ben fatto in Civitavecchia.

Giorno del Ricordo 2018 1r  Giorno del Ricordo 2018 2r  foibe 2018 1311 x Giorno del Ricordo 2018 4r

Infatti, al Parco cittadino  intitolato proprio ai Martiri delle Foibe  si è tenuta l’annuale commemorazione con una significativa partecipazione delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e di altri enti e associazioni civili locali quali la Protezione Civile e la Croce Rossa Italiana e di vari rappresentanti delle Forze Armate e dell’ordine. La commemorazione è stata presieduta dal Sindaco della città Antonio Cozzolino e vi ha partecipato anche il Gen.B. Manlio Scopigno, Vice Comandante  in rappresentanza del Comandante del Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito. Dopo l’intervento rievocativo del Sindaco,  è seguita la deposizione di una corona di alloro al monumento che ricorda le vittime di quella tragedia a cui sono poi seguiti nell’ordine:  un momento di preghiera officiato da Monsignor Cono Firringa parroco della Cattedrale , le letture di una toccante lettera del compianto Prof. Marino Zonta,  profugo egli stesso, di una lettera di  Monsignor A. Santin  già Vescovo di Trieste e  di una struggente poesia sull’orrore delle foibe. Gli interventi dei  membri della famiglia Zonta,  che hanno ringraziato tutti i presenti,  hanno concluso  la commemorazione. Per l’ ANGET Civitavecchia vi hanno preso parte il Presidente Salvatore Russo, il Segretario Vincenzo Santonastaso, i Soci Carlo Antonio Giordano e Angelo Pacifici. 


 

Choosing the best web hosting some times could be difficulty if you dont know what to look for. Read hosting reviews and if you may like we highly recommend using green hosting servers.
  • images/stories/corriere/Corcom_1.png
  • images/stories/demo/Barbani.jpg
  • images/stories/demo/Carrozzeria De Fazi.jpg
  • images/stories/demo/Dentistar_r.jpg
  • images/stories/demo/Green_Vision.jpg
  • images/stories/demo/Palumbo_Gioielli.jpg
  • images/stories/demo/TARGET Immagine.jpg
  • images/stories/demo/Taddeo_r.jpg
  • images/stories/demo/LOGO-Sora-Maria_1.png
  • images/stories/demo/Logo-Composto.png
  • images/stories/demo/biglietto-da-visita-caccia-al-viaggio.png
  • images/stories/demo/mocci_odontoiatra.png
  • images/stories/demo/tagliaferri.png

I nostri visitatori

Tot. visite contenuti : 376474

Visitatori in linea

 114 visitatori online
Free Joomla Templates designed by Joomla Hosting

Questo sito non utilizza cookies direttamente ma potrebbero essercene di terze parti.Cliccando sul pulsante -Si- Lei prende atto di ciò.Grazie. Prosegua pure nella visita al sito. Per saperne di più a proposito di cookies.

Accetto

EU Cookie Directive Plugin Information